coronavirus negli uffici

Prevenzione del Coronavirus negli Uffici

Desideriamo innanzitutto tranquillizzare tutti gli utenti di OfficeNow, business center a Cairate (VA): non c’è il coronavirus negli uffici!

Non c’è in atto nessuna emergenza sanitaria: tutte le misure preventive e cautelative messe in atto dal Governo e dalla Regione Lombardia sono utili proprio per impedire che gli ospedali lombardi vengano intasati.

In ottemperanza ai nuovi decreti emanati dal Governo Italiano, in via cautelativa e preventiva, anche OfficeNow business center si è attivato per impedire la diffusione del coronavirus negli uffici, operando nel seguente modo:

  • raddoppio delle pulizie delle aree comuni utilizzando un disinfettante con alcool o cloro;
  • pulizia di corrimani e maniglie sempre con disinfettante con alcool o cloro;
  • rispetto delle 10 regole emanate dalla Regione Lombardia e che trovate qui allegate:
  • regolamentazione degli ingressi di visitatori, fornitori, corrieri, mediante registrazione con nome, cognome, data e orario di ingresso, provenienza;
  • divieto di ingresso alle persone provenienti dall’area rossa del contagio;
  • disinfettante per mani a disposizione di chi usufruisce del business center.
coronavirus negli uffici

Misure generali da adottarsi

– Attuazione delle misure di distanziamento sociale, quali abolizione di meeting che prevedono la presenza di assembramenti in una stanza o in un locale.
– Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone. Il lavaggio deve essere accurato per almeno 60 secondi, seguendo le indicazioni ministeriali sopra richiamate. Se non sono temporaneamente disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcool (concentrazione di alcool di almeno il 60%).


– Utilizzare asciugamani di carta usa e getta.
– Evitare il contatto ravvicinato con persone che mostrino sintomi di malattie respiratorie (come tosse e starnuti) mantenendo comunque una distanza di almeno 1 metro.
– Evitare di toccare il naso, gli occhi e la bocca con mani (se non appena lavate).
– Starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso e gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l’uso e lavare le mani frequentemente con acqua e sapone o usando soluzioni alcoliche.

Trascriviamo qui, per conoscenza, i dettagli dell’ordinanza di Regione Lombardia:

– sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico;

– chiusura dei nidi, dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per gli anziani a esclusione di specializzandi e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo le attività formative svolte a distanza;

– sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei, dei cinema e degli altri istituti e luoghi della cultura;

– sospensione di ogni viaggio d’istruzione, sia sul territorio nazionale sia estero;

– obbligo da parte degli individui che hanno fatto ingresso in Lombardia da zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione mondiale della sanità, di comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio, che provvede a comunicarlo all’autorità sanitaria competente per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva;

– sospensione delle procedure concorsuali e delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità, l’applicazione si riferisce solo alle procedure concorsuali; verranno individuate disposizioni speciali con successivo apposito provvedimento regionale per i servizi di front office e per la regolamentazione di riunioni / assembramenti;

– applicazione della misura della quarantena con sorveglianza attiva fra gli individui che hanno avuto contatti stretti con casi confermati di malattia infettiva diffusiva, per il personale sanitario e dei servizi essenziali. Verranno individuate disposizioni speciali con successivo apposito provvedimento regionale;

– chiusura di tutte le attività commerciali, ad esclusione di quelle di pubblica utilità e dei servizi pubblici essenziali di cui agli articoli 1 e 2 della legge 12 giugno 1990, 146, ivi compresi gli esercizi commerciali per l’acquisto dei beni di prima necessità), nelle seguenti modalità:
   – bar, locali notturni e qualsiasi altro esercizio di intrattenimento aperto al pubblico sono chiusi dalle 18 alle 6; verranno definite misure per evitare assembramenti in tali locali*;

    – per gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati è disposta la chiusura nelle giornate di sabato e domenica, con eccezione dei punti di vendita di generi alimentari;

– per le manifestazioni fieristiche, si dispone la chiusura.

Tutte queste azioni, che seguono le direttive del Governo, sono atte a mantenere il diffondersi del coronavirus il più limitato possibile.

Per qualsiasi altra informazione e per tutti i dettagli aggiornati in tempo reale, Vi consigliamo di consultare il sito della Regione Lombardia al seguente indirizzo https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/

Ringraziamo per la collaborazione e Vi auguriamo un buon lavoro.

Ti piace questa pagina? Condividila:

Pubblicato in Approfondimenti.